contattaci

Cosa ne penso io

Home / Blog / Cosa ne penso io

01-12-2019

Nell'articolo precedente abbiamo visto cosa deve fare e cosa non deve fare l'Agente Immobiliare; oggi darò una mia opinione in base alla mia esperienza.

L’Agente Immobiliare ha l’obbligo morale oltre che di concludere l’affare tra le parti, rendendo NOTO i fatti a lui NOTI, di seguire minuziosamente i clienti come una Guida al fine di consigliarli e Orientarli verso le varie opzioni per risolvere problematiche che possono crearsi nel corso di una trattativa, rimanendo comunque estraneo da fattori a lui non imputabili, cosa che purtroppo accade spesso. Per questo sarebbe opportuno, ma non obbligatorio, che il professionista una volta conclusa la mediazione non sparisca ma rimanga al fianco dei suoi clienti, i quali a loro volta dovrebbero portare rispetto e fiducia per lo stesso.

Più e più volte purtroppo mi è capitato di trovarmi in situazioni dove nonostante tutti i controlli preventivi fatti prima, nonostante una verifica accurata della situazione urbanistica, per mancanza di tutti i documenti o per svista del cliente, una pratica semplice si è trasformata in un'avventura. Credo che molti colleghi possano capire di cosa parlo ed è per questo che mi sono sentito in dovere di dire quanto segue:

" A meno che non ci sia dolo o poca diligenza L'AGENTE IMMOBILIARE NON È RESPONSABILE PER FATTI A LUI NON NOTI" e per i quali viene incolpato dalle parti e ne danno dimostrazione le sentenze a favore della nostra categoria.

Questo non giustifica dei comportamenti poco responsabili e non professionali ma mette l'Agente Immobiliare nella posizione di essere responsabile SOLO per i fatti a lui noti ( cioè detti esplicitamente da chi gli affida un incarico); per fare un esempio, nei miei anni in questo lavoro, che amo e nel quale metto tutta la mia passione, mi è capitato di essere stato additato come responsabile di una mancata osservazione per un atto di donazione degli anni '70 ( oltre quaranta anni fa) dove nemmeno il proprietario sapeva nulla, dato che nelle varie successioni (nonno/padre/figli) un immobile era stato passato con le varie successioni ma mai inserito nella prima donazione, pervenutami solo successivamente e quindi assente del primo passaggio di titolo. Da qui tutto il susseguirsi di particolari che evito di mettere...e consiglio a chi legge, che se vi trovate davanti un professionista disposto ad aiutarvi, tra l’altro in mansioni a lui non dovute, prendetegli la mano e fatevi accompagnare perché solo chi conosce da dentro il mondo dell’immobiliare può indicarvi la giusta direzione.

Chiudo esortando tutti i clienti di affidarsi di più alle agenzie immobiliari, le uniche che realmente conoscono i valori degli immobili, e dall’altra parte esorto i miei colleghi ad un “Non abbandono del cliente” ed una costante formazione.

Prossimo articolo:

“Non mi serve l’Agente Immobiliare, tanto me la vendo da solo”

Una Guida Per Orientarsi Nel Mercato Immobiliare

 



Cosa ne penso io



Il sito utilizza cookie tecnici, statistici e di marketing.
Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Puoi modificare le tue preferenze dalla nostra cookie policy.

Modifica Accetto