contattaci

Saldo e stralcio: cos’è, vantaggi e svantaggi di questa procedura

Home / Blog / Saldo e stralcio: cos’è, vantaggi e svantaggi di questa procedura

05-07-2022
Saldo e stralcio: cos’è, vantaggi e svantaggi di questa procedura
  1. Cos’è il saldo e stralcio
  2. Come funziona
  3. Conviene utilizzare questa procedura?
  4. Cosa comporta

 

Nella vita, per quanto ci si possa impegnare, a volte i nostri sforzi non portano a buoni risultati. Può capitare che, per errori commessi o circostanze sfortunate, vi ritroviate con dei debiti e nella disperata ricerca di risanarli finiate con la casa all’asta.

Probabilmente, dopo aver vissuto o conosciuto una situazione analoga, avrete sentito parlare della procedura denominata saldo e stralcio. In questo articolo cercherò di darvi gli strumenti per comprendere di cosa si tratta e se può essere una buona opportunità.

 

1. Cos'è il saldo e stralcio

Il saldo e stralcio è un accordo stragiudiziale (che si svolge senza l’intervento del giudice). Esso permette l’estinzione di un debito attraverso il pagamento di una somma inferiore a quella debitoria iniziale.

I requisiti sono:

  • Comprovata impossibilità da parte del debitore a risanare il debito;
  • Accettazione della procedura da entrambe le parti.

 

2. Come funziona

La soluzione è quella di rivolgersi a un consulente del debito, accordarsi con i creditori (la banca) per un prezzo inferiore al debito maturato e trovare un acquirente in possesso del budget stabilito.

Solitamente ci si appoggia alle agenzie immobiliari esperte del settore delle aste, in grado di trattare con il creditore e di trovare l’acquirente giusto, gestendo con professionalità e competenza tutta la pratica per il bene delle parti in essere.

Il prezzo viene stabilito dal consulente del debito o dal debitore, concordandolo con il creditore. Per stabilire “lo sconto” non esiste una regola generale. Si può arrivare a una decurtazione del debito del 50 / 60 % ma solitamente ci si accorda per il 30 / 40%.

Una volta stabilito l’importo ci si rivolge ad un notaio per una scrittura privata al fine di tutela a contestazioni; il rogito dell’immobile viene fissato in Tribunale in modo che l’acquirente paghi direttamente il creditore con conseguente cancellazione del debito. Spesso si riesce a conciliare tutte le parti compresi i creditori direttamente nello studio notarile.

 

3. Conviene utilizzare questa procedura?

Il saldo e stralcio è potenzialmente molto conveniente sia per il debitore che per il creditore.  Il debitore potrà cancellare il suo debito con un importo minore evitando quindi di rimanere con un debito nonostante la perdita dell’immobile (venduto all’asta). Il creditore al contempo recupera parte dell’importo in tempi brevi, senza dover sostenere azioni legali ed altri procedimenti che hanno un costo e dei tempi più lunghi.

Se l’immobile non è molto appetibile per il mercato immobiliare delle aste è meglio accordarsi sul saldo e stralcio poiché può succedere che l’asta vada deserta e il giudice abbassi il prezzo della casa pur di venderla; in questo modo il debitore non riuscirebbe a estinguere il suo debito. L’acquirente acquisterebbe un immobile in tempi più stretti ad un prezzo vantaggioso.

 

4. Cosa comporta

È bene sapere he affidarsi a questa procedura comporta delle conseguenze:

  • Interruzione della vendita all’asta dell’immobile;
  • Dopo aver concluso il saldo e stralcio il debitore rimarrà per altri 36 mesi sulla Centrale dei Cattivi Pagatori, solo superati i 3 anni il nome verrà cancellato.
  • Il creditore dovrà presentare un documento di rinuncia agli atti al fine di assicurare al debitore che nessuno si rivalga su di lui.

 

Se anche tu ti trovi in questa situazione, non demordere perché con il Gruppo Bisozzi Franchising immobiliare c’è sempre una soluzione!

 

 





Il sito utilizza cookie tecnici, statistici e di marketing.
Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Puoi modificare le tue preferenze dalla nostra cookie policy.

Modifica Accetto