contattaci

Vicini rumorosi? Ecco cosa fare

Home / Blog / Vicini rumorosi? Ecco cosa fare

09-08-2022
Vicini rumorosi? Ecco cosa fare

     Introduzione

  1. Come si misura il rumore?
  2. Quando il suono diventa dannoso?
  3. Esistono dei limiti imposti dalla legge?
  4. Come risolvere il problema

 

Introduzione

Il rumore stridulo di una sedia spostata, i tacchi che martellano da nord a sud e da est a ovest, i bambini che corrono appena rientrati da scuola, la musica alta, il cane che abbaia, il trapano elettrico o quella chitarra che oltre tutto non accenna a essere accordata. Chiunque viva in un appartamento, in un condominio, ha almeno una volta nella vita fatto i conti con i fastidiosi rumori di cui ho scritto in precedenza.

Fino a che punto il nostro vicino è legittimato a disturbare la nostra quiete domestica? Spesso è complicato comprendere se e come possiamo combattere per riconquistare il tanto agognato silenzio in casa nostra. Con questo articolo faremo chiarezza su cosa è possibile fare per risolvere questo problema.

 

  1. Come si misura il rumore?

Il rumore non è atro che il termine dispregiativo con il quale identifichiamo tutti i suoni che non risultano piacevoli al nostro udito. Secondo l’enciclopedia Treccani (https://www.treccani.it/vocabolario/rumore/) “Qualsiasi perturbazione sonora che, emergendo dal silenzio (o anche da altri suoni), dia luogo a una sensazione acustica... è quindi sinon. di suono ma si usa soprattutto per suoni soggettivamente giudicati non musicali o che comunque riescano sgradevoli...”

Appurato che stiamo parlando comunque di suono e quindi della percezione uditiva generata dalla propagazione delle onde sonore, il primo elemento che dobbiamo scardinare è come si misurano il suono. Non ci prolungheremo troppo con le caratteristiche fisiche del fenomeno: frequenza, intensità, periodo, velocità di propagazione...

Basta sapere che l’unità di misura più utilizzata per misurare il suono è il decibel (dB) ovvero la decima parte del bel (B).

 

  1. Quando il suono diventa dannoso?

La misurazione avviene tramite uno strumento detto fonometro, in grado di identificare ampiezza del suono e pressione. Il suono, ricevuto dal microfono, viene quindi analizzato e convertito in segnale elettrico. Sul display del dispositivo avremo il feedback espresso in decibel.

I‘ esposizione molto prolungata ad un suono di 90 dB può causare danni all’udito. Superati i 120 dB avvertiremo dolore nella zona del timpano.

 

  1. Esistono dei limiti imposti dalla legge?

Il parametro stabilito dalla Corte di cassazione è di 3.5 decibel (di media) ma entrano in gioco altri elementi quali:

  • contesto in cui viene prodotto;
  • continuità e ripetitività;
  • zona in cui viene prodotto.

È molto difficile provare quindi se un rumore sia molesto o meno.

 

  1. Come puoi risolvere il problema

Il primo consiglio che ci sentiamo di darti è cercare di improntare un dialogo. Mantenere dei rapporti di buon vicinato è fondamentale per godere della serenità del focolare domestico.

Se una richiesta gentile non porta nessun risultato quello che possiamo fare è rivolgerci all’amministratore del condominio.

La prima forma di tutela sono gli orari stabiliti all’interno del regolamento condominiale. Generalmente le fasce orarie in cui è possibile fare rumore sono quella dalle 8:00 alle 13:00 e dalle 16:00 alle 21:00.

Spesso le persone non sono disposte a modificare le proprie abitudini quindi, la seconda strada possibile è procedere per vie legali.

Qualora il disagio fosse percepito da una sola persona e non ci fossero orari stabiliti, sarebbe necessario improntare un’azione civile. Se la maggior parte dei condomini / vicini subissero il medesimo fastidio, l’illecito sfocerebbe nel penale.

Se hai tentato di risolvere la problematica in maniera pacifica, dopo aver parlato con il tuo amministratore non è cambiato nulla e non vuoi improntare costose cause, la cosa più saggia da fare è cercare la serenità da un’altra parte. Una casa indipendente nella periferia della tua città o una villetta nelle campagne limitrofe possono migliorare di molto la qualità della tua vita.

 

Per questo possiamo aiutarti noi, prenota un appuntamento presso il Gruppo Bisozzi Franchising Immobiliare. Ti offriamo una stima del tuo immobile in relazione al mercato attuale e ti aiutiamo nella ricerca della tua nuova casa.

Nel giro di pochissimo tempo ti aiuteremo a riconquistare la serenità che tanto desideri.

 

 





Il sito utilizza cookie tecnici, statistici e di marketing.
Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Puoi modificare le tue preferenze dalla nostra cookie policy.

Modifica Accetto